Panciona ai fornelli

Sollecitata da un tempo diventato d’improvviso così inclemente, e chissà, forse in preda a un demone che ha risvegliato in me appetiti sopiti da mesi, voglie irrefrenabili di sperimentare, aprire la dispensa alla ricerca di quell’ingrediente che mi dia l’ispirazione giusta, e vedere concretizzare tutte le mie fantasie culinarie, pare che dopo otto mesi e per un periodo che ormai ritengo sarà brevissimo, io Marika, quella dei Marikaretti, quella che su facebook ogni settimana dava una ricetta alle sue amiche e che preparava cene da gourmet per il solo piacere di stuzzicare i palati del parentame o degli amici più cari o più semplicemente del maritozzo che era continuamente e letteralmente preso per la gola… sia ritornata in me! Da aprile non aprivo più la mia dispensa. Quella cucina, che fino ad allora sembrava il retrobottega di un forno, per la mole di farine di tutte le specie, pacchi di zucchero stipati perfino tra le stoviglie, litri di latte, chili di burro e dozzine di uova, si era improvvisamente svuotata, lentamente ma inesorabilmente, fino a che, sabato sera, mentre i miei cugini erano a cena da me e stavo offrendo loro il caffè, mi sono accorta che in dispensa non c’era più lo zucchero!!! (in realtà un pacco d’emergenza c’era, ma lo trovai solo il giorno dopo cercando meglio oltre la barricata di tovaglioli e bicchieri di plastica stipati a flotte). Con somma mortificazione dovetti offrire il mio caffè con lo zucchero di canna o con il fruttosio. Da quella sera in me una spia di allarme si accese; dovevo restituire dignità di laboratorio culinario alla mia cucina e, invasata, ho iniziato a rispolverare vecchi libri di cucina, vecchie riviste alle quali ero abbonata (sale&pepe, cucina moderna, cucinare bene) e rimettermi in carreggiata. Improvvisamente mi sono accorta che la terribile stanchezza che mi aveva fatto chiudere bottega era scomparsa e al suo posto, una nuova voglia di cucinare, impastare, pasticciare mi ha rapita.

Fino ad ora mi è stato tremendamente facile resistere a tutte le tentazioni, ogni volta che qualcuno, vendendomi in stato interessante, tendeva a viziarmi o a evitare di pronunciare i nomi di cibi particolari per non farmi venire le tanto famigerate voglie, io lo guardavo con un sorriso, dicendo che il mio appetito non era per nulla aumentato, non avevo voglia di nulla, e la storia delle voglie mi è sempre sembrata una bufala! Anzi, forse il mio appetito era diminuito, certi odori continuavano a darmi fastidio anche nel secondo trimestre e fare la dieta di 1500 calorie che mi avevano dato in ospedale (e che ha riscosso tanto successo , vero amiche blogger?) era per me un gioco da ragazzi. Tutto questo fino a ieri però. Sì perché ora non è più così, ora mi sveglio al pensiero di fare incontrare il latte e la panna e dare vita a una irresistibile creme bruleè, oppure, fare fuori quelle troppe tristissime pere e pesche affastellate nella fruttiera inventandomi una crostata o una ciambella rustica, terminare una cena fin troppo povera (brodo vegetale, mozzarella e broccolo bollito) con una crema catalana o un soufflé al cioccolato… O mon dieu, sarà la mia fine, lo so… ma chi osa privare del piacere della buona cucina una donna incinta ormai all’ottavo mese, che a stento riesce a godersi una passeggiata, che non riesce più a godere d’altro per via della sua goffaggine? In fondo penso che il mio paffuto Pollicino me ne sia grato! La glicemia è buona, la pressione è buona, il peso nella norma, non mangio schifezze industriali, ma solo cose cucinate in casa e con ingredienti genuini, m’è tornata la voglia di dolce che ho sconosciuto per tutta la gravidanza, suvvia, brava gente, pietà allora per la panciona ai fornelli!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...